Vi ricordate il concerto sperimentale di Barcellona con 5 mila spettatori? A distanza di un mese gli organizzatori fanno sapere che non si è registrato nessun contagio.

Il concerto dei Love of Lesbian, uno delle principali band della scena musicale spagnola, si era svolto il 27 marzo al Palau Sant Jordi di Barcellona in collaborazione con l’ospedale catalano German Trias i Pujol che si è occupato dello screening antigenico prima del concerto e di controllare la salute dei partecipanti a distanza di 15 giorni.

In quell’occasione, ai fini dell’esperimento, i partecipanti hanno ballato senza rispettare la distanza fisica ma indossando una maschera FFP2 per tutta la durata dell’evento. All’interno dell’arena i partecipanti furono divisi in gruppi di 1800 persone, con la possibilità di consumare le bevande solamente in uno spazio delimitato. L’intera operazione venne supervisionata da un’equipe medica messa a disposizione dell’ospedale Palau Sant Jordi.

Dopo un mese possiamo sicuramente affermare che l’esperimento è stato un vero successo! Boris Revollo, Josep Maria Llibre e Bonaventura Clotet, i medici della Fight Against AIDS and Infectious Diseases Foundation e del German Trias i Pujol University Hospital, hanno riferito che, tra i 5.000 partecipanti al concerto, che hanno dato il proprio consenso per consentire i tamponi diagnostici per il Covid-19, solamente 6 persone positive sono state diagnosticate, quattro delle quali non sono state infettate durante l’eventoL’incidenza è risultata di 130,7 casi ogni 100mila abitanti, praticamente la metà di quella osservata tra la popolazione totale della stessa fascia d’età a Barcellona.

Secondo i ricercatori, l’incidenza cumulativa tra i presenti allo spettacolo nei 14 giorni successivi all’evento: “non suggerisce alcun impatto sulla trasmissione del covid durante il concerto”.

Angels Ponsa, Responsabile della Cultura nel Governo catalano ha dichiarato:

“Il mondo ci ha guardato, molte persone ci hanno chiesto come avevamo fatto. Il lavoro di collaborazione è stato fondamentale”

Il concerto sperimentale di Barcellona è la dimostrazione che i concerti possono essere compatibili con la pandemia adottando le giuste precauzionali. Noi confidiamo che i risultati ottenuti da questo esperimento potranno essere di grande aiuto per le prossime decisioni riguardo la riapertura in sicurezza di spettacoli ed eventi culturali.

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.